Etica vs Giustizia

Nel loro recente articolo “The Good, the Bad, and the Just: Justice Sensitivity Predicts Neural Response during Moral Evaluation of Actions Performed by Others” su Journal of Neuroscience K. J. Yoder and J. Decety si occupano di capire il modo in cui il nostro cervello affronta il tema della giustizia. Sembra che la giustizia sia un reame della ragione, e non dell’emozione. Più di un secolo fa William James indicava la scelta etica come uno degli esempi più notevoli di capacità di selezione del cervello umano. Oggi sappiamo, grazie allo stesso James, ma più recentemente grazie agli studi di Antonio Damasio e di altri scienziati interessati alle emozioni, che l’emozione ci dota di uno straordinariamente avanzato meccanismo di scelta. Ci saremmo dunque aspettati che nell’affrontare problemi etici, terreno di artisti e poeti, dovessimo fare un uno intensivo di tale meraviglioso meccanismo. E allora… cosa c’è che non quadra?

Leave a Reply

Your email address will not be published.